Segnalazione di condotte illecite – Whistleblowing

Il whistleblowing è un termine inglese che si riferisce alla pratica di segnalare attività illegali, non etiche o scorrette all'interno di un'organizzazione.

Whistleblowing

La legge n. 190/2012 (c.d. legge anticorruzione) ha introdotto nell’ordinamento italiano la misura finalizzata a favorire l’emersione di fattispecie di illecito, nota nei paesi anglosassoni come whistleblowing.

Tale istituto giuridico è disciplinato dal Decreto legislativo n. 24/2023, avente ad oggetto: “Attuazione della direttiva (UE) 2019/1937 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 ottobre 2019, riguardante la protezione delle persone che segnalano violazioni del diritto dell’Unione e recante disposizioni riguardanti la protezione delle persone che segnalano violazioni delle disposizioni normative nazionali”.

Il Decreto n. 24/2023 disciplina i canali di segnalazione e le tutele riconosciute alla persona fisica che, in ragione di una conoscenza maturata nell’ambito del proprio contesto lavorativo, segnala, divulga o denuncia all’autorità giudiziaria o contabile, violazioni di disposizioni normative nazionali o dell’Unione europea che ledano l’interesse pubblico e l’integrità dell’ amministrazione pubblica.

Il Comune di Solarino ha approvato la nuova procedura in materia di tutela della persona che segnala illeciti.

CHI PUO’ EFFETTUARE LA SEGNALAZIONE

• i dipendenti del Comune di Solarino;

• i dipendenti degli enti di diritto privato soggetti al controllo pubblico ex art. 2359 c.c. da parte del Comune;

• i lavoratori, lavoratori autonomi e collaboratori di soggetti del settore pubblico o privato che forniscono beni o servizi e che realizzano opere in favore dell’Amministrazione;

• i consulenti, liberi professionisti, volontari e tirocinanti (retribuiti o non retribuiti) presso l’Amministrazione comunale;

• le persone con funzioni di amministrazione, direzione, controllo vigilanza o rappresentanza presso l’Amministrazione comunale.

La segnalazione può avvenire in costanza del rapporto di lavoro o di altro tipo di rapporto giuridico, ma anche quando il rapporto giuridico non è ancora iniziato (durante il processo di selezione o in altre fasi precontrattuali), durante il periodo di prova e successivamente allo scioglimento del rapporto giuridico.

OGGETTO DELLA SEGNALAZIONE

Le segnalazioni possono riguardare violazioni del diritto nazionale o dell’Unione europea, compresi i fondati sospetti aventi ad oggetto illeciti amministrativi, civili, contabili o penali, nonché condotte illecite rilevanti ai sensi della Legge n. 190/2012 o violazioni dei modelli di organizzazione e gestione previsti. Tra le violazioni sono da ricomprendere tutti gli illeciti che rientrano nell’ambito di applicazione degli atti dell’Unione europea o nazionali relativi ai settori indicati all’art. 2 co.1 lett. a) del D.lgs. n. 24/2023 e, in particolare:

– atti od omissioni che ledono gli interessi finanziari dell’Unione;

– atti od omissioni riguardanti il mercato interno;

– atti o comportamenti che vanificano l’oggetto o la finalità delle disposizioni di cui agli atti dell’Unione.

Le informazioni sulle violazioni devono comunque riguardare comportamenti, atti od omissioni di cui chi effettua la segnalazione sia venuto a conoscenza nel proprio contesto lavorativo.

CHI RICEVE LA SEGNALAZIONE

Il soggetto che gestisce le segnalazioni di whistleblowing all’interno del Comune di Solarino è il Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza (RPCT) che si avvale di un gruppo di lavoro a supporto dell’attività, individuato con apposito provvedimento dello stesso RPCT e appositamente autorizzato dal comune di Solarino.

MODALITA’ DI SEGNALAZIONE

Chi intende effettuare la segnalazione deve utilizzare uno dei seguenti canali interni:

– piattaforma dedicata disponibile al seguente link:

Alla segnalazione potranno essere allegati documenti ritenuti di interesse anche ai fini delle opportune verifiche da parte dell’Amministrazione in merito alle vicende segnalate.

Al momento dell’invio della segnalazione tramite il modulo online, la piattaforma rilascia un codice di 16 cifre generato automaticamente dalla stessa che costituisce avviso di ricevimento della segnalazione. Tale codice dovrà essere accuratamente conservato in quanto costituisce unica chiave di accesso alla piattaforma. Dal momento che il RPCT comunica con il segnalante esclusivamente attraverso la piattaforma, chi ha effettuato la segnalazione dovrà periodicamente accedere alla stessa per verificare la presenza di comunicazioni da parte del RPCT.

Circolare Whistleblowing

Pagina aggiornata il 06/03/2024

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri